CORE

OLTRE IL GIARDINO

LABFEST, Villa Mercede San Lorenzo - Roma

 

GART partecipa il 22 e 23 settembre 2018

Scarica il programma

 

FESTA DEL RISVEGLIO

26 - 27 Maggio 2018

MUSEO ORTO BOTANICO di Roma

con il Polo Museale Sapienza, Dipartimento Biologia ambientale e Raggruppamento Biodiversità Carabinieri

Eventi • arti e discipline • attività didattiche adulti e bambini • conferenze • visite guidate

Due giorni per festeggiare insieme il risveglio della Natura e del corpo/giardino, in risonanza con gli elementi della terra, dell’acqua e del vento quale arte vivente.

Scarica la locandina e con il programma

 

 

 

Exist di Daniele Bongiovanni

4 - 27 Maggio 2018

Curatori: Claudio Strinati, Giosuè Allegrini

Palazzo Broletto - Pavia

La pittura di Daniele Bongiovanni, con la personale Exist, approda a Palazzo Broletto di Pavia.

La mostra a cura di Claudio Strinati, con la co-curatela di Giosuè Allegrini, è promossa dal Comune di Pavia ed è composta da 50 dipinti, inediti e opere ampiamente note, provenienti da varie collezioni private e museali.

Il catalogo dedicato all'evento, edito da Silvana Editoriale, oltre ai testi e la curatela di Claudio Strinati, comprende saggi di Giosuè Allegrini, Susanna Zatti e Giacomo Galazzo.

Daniele Bongiovanni è un pittore italiano. Compie i suoi studi conseguendo la laurea e, successivamente, la laurea magistrale in Arti Visive, con 110 e lode, presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo. Rispettivamente con una tesi sull’espressionismo austriaco di Oskar Kokoschka e con una tesi sulla destrutturazione della materia nella pittura occidentale, dal XVI al XX secolo. Oggi lavora principalmente tra Italia, Svizzera e Stati Uniti. Bongiovanni fino ad oggi è stato protagonista di più di 90 mostre in tutto il mondo. Si ricordano luoghi come: MACIA – Museo d’Arte Contemporanea Italiana in America di San Josè, Caroline Spring Gallery a Melbourne, Dublin City University, CD Arts Gallery di Lugano, Centro Svizzero di Milano, Officine Caos e Palazzo della Luce di Torino, MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma, Fondazione Whitaker, Palazzo Sant’Elia, Museo RISO di Palermo, Jang Art Gallery a Seoul, RoCo Gallery di Rochester (NY), Ambasciata d’Italia a Londra. Durante la sua carriera Bongiovanni ha esposto nei principali eventi di arte contemporanea, tra cui due edizioni della Biennale d’Arte Venezia. Oggi le sue opere sono presenti nelle collezioni permanenti di numerosi musei. 

Enti Promotori:

  • Saperepavia
  • Vivipavia
  • Musei civici di Pavia
  • Comune di Pavia

Costo del biglietto: gratuito

Per informazioni: 0382.399343

E-Mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

Ruggero Maggi

NON SOLO LIBRI

Inaugurazione sabato 7 aprile 2018 ore 18.00

7 aprile | 3 maggio 2018

Galleria IL GABBIANO - Arte Contemporanea

[…] Le opere di Maggi selezionate per NON SOLO LIBRI rappresentano molto bene questo desiderio di ricorrere a continui sconfinamenti tra le arti e le tecniche espressive tanto che il libro viene pensato e realizzato come oggetto artistico autonomo, creato per esplorare inediti territori di ricerca, per aprire finestre al di là delle quali si aprono infiniti nuovi mondi.

Maggi come artista ha da sempre privilegiato la progettazione e realizzazione del libro come pratica artistica innovativa, lontana dai rigori di opere di grandi dimensioni e capace di innescare una sorta di cortocircuito tra la parola, l’immagine, il supporto, il formato e l’interazione con lo spettatore chiamato a cambiare il suo approccio con il libro e con l’opera d’arte.

La mostra apre con JE SUIS TIBET, una dichiarazione di intenti incisa a laser che con semplicità rivela uno dei temi più cari a Maggi, la difesa della cultura tibetana, del Dalai Lama e di ciò che egli rappresenta, attorno al quale da anni sta sensibilizzando l’opinione pubblica chiamando decine di artisti a confrontarsi con una cultura tanto antica quanto politicamente negata.

Maggi artista e Maggi grande promotore di cultura e di riflessione sulla contemporaneità, capace di sensibilizzare con chiarezza ma anche delicatezza di opere e azioni su questioni che toccano noi tutti. Così è anche per questa mostra pensata quasi come una Wunderkammer, una camera delle meraviglie, da percorrere con uno sguardo non superficiale ma curioso dei particolari intrinseci in ogni lavoro. Le meraviglie, le curiosità sono i libri, le pagine, gli innumerevoli oggetti che dialogano con le pagine a stampa, disegnate, negate, trasformate, sovrapposte, incollate, bucate con sapienza ed anche con una certa ironica leggerezza e casualità che le avvicina a oggetti di sapore surrealista. I ricordi di infanzia, suoi o della figlia, gli amori spinosi, i ricordi letterari, gli omaggi a grandi artisti, l’attenzione alla natura, ai particolari soprattutto della natura, tutto converge in un continuum che rende la mostra un unicum in cui procedere con stupore e attenzione.

Emma Zanella (direttrice Museo MAGA, Gallarate)

26 gennaio 2018 - ore 18.00 iInaugurazione

Poetry and Pottery

Un’inedita avventura fra ceramica e poesia visiva

A cura di Giosué Allegrini e Marzia Ratti

Camec, piano zero: 26 gennaio-29 aprile 2018

Si tratta di un progetto espositivo di ricerca che riunisce questa particolare tipologia di lavori, certamente la più rara nell’ambito della poesia visiva contando poche centinaia di esemplari al mondo. Un progetto senza precedenti, rappresentativo della produzione artistica su supporto ceramico di circa trenta poeti verbovisuali, nato e sviluppato con il generoso supporto di Isaia Mabellini, in arte SARENCO, e con il fondamentale contributo dei collezionisti Paolo Scatizzi, Paolo Berardelli, Luigi Bonotto, Giuseppe Verzelletti e di alcuni rilevanti artisti di poesia visiva, uno su tutti Lamberto Pignotti, nonché con il sostegno del maestro ceramista Michelangelo Marchi, che presso il proprio laboratorio di Cellora d’Illasi (VR) ospitò le realizzazioni ceramiche dei poeti visivi operanti presso la Domus Jani, Centro Internazionale per l’Arte Totale, straordinario luogo di ricerca artistica, concepito dallo stesso SARENCO.

Sulla base dei ricordi di SARENCO, di Michelangelo Marchi e degli altri poeti visivi ancora viventi, la mostra riprende e completa la storia della Visual Poetry su supporto ceramico, limitatamente alle opere realizzate prima dell’anno 2000. Sono comunque inserite nel catalogo scientifico che accompagna l’esposizione anche la serie “Azulejus” realizzata da SARENCO nel 2004 e alcune opere prodotte in tempi più recenti da Pignotti e da artisti affini alla Poesia Visiva.

 

1-22 Dicembre 2017 

LUCENTE SPIRITO a cura di Ruggero Maggi

Si apre la mostra "Lucente Spirito" presso Officina Open - il nuovo progetto culturale ed espositivo condiviso dall'Assessorato alla Cultura, dal Melo e dal Museo MAGA.

Il progetto "Lucente Spirito", a cura di Ruggero Maggi, è costituito da una selezione di opere dal profondo contenuto spirituale e concettuale come "The Quest", vero e proprio work in progress di due artisti: Carla Bertola e Alberto Vitacchio, protagonisti congelati nell'atto fotografico con le pietre megalitiche, divenendo elementi immobili e silenziosi del paesaggio e sottolineandone i mutamenti della luce, dell'oscurità e dello scorrere del tempo.

Il percorso di "Lucente Spirito" si articola in modo giocoso e fluttuante con le opere verbo-visive titolate "Fiabe al vento" di Marcello Diotallevi che traggono ispirazione direttamente dal vento della poesia e dalla naturale inclinazione dell'artista verso un'ironica interpretazione della realtà e della vita. 

Le evocative immagini fotografiche, dal potente impatto emozionale di Anna Maria Di Ciommo, coniugano tecnica e lirico afflato spirituale che si crea nel momento in cui i Lama Tibetani realizzano in modo sapiente splendidi mandala di polvere dalla inevitabile impermanenza. Immagini sintetizzate in una frase di S.S. il Dalai Lama:

"Ero intelligente e volevo cambiare il mondo. Ora sono saggio e sto cambiando me stesso"

Le opere-oggetto di Roberto Testori nel loro biancore riflettono soluzioni concettuali ricche di significati spirituali e poetici. Poesia visiva che si alterna ad una sedimentata descrizione di tracce, di piccoli oggetti che ritrovano il loro spazio in una decontestualizzazione intelligente e raffinata, immersi in un risplendente mare bianco. Elementi il cui significato viene garbatamente rimosso per lasciare posto ad una nuova e più espressiva chiave dì lettura.

  

Lucente spirito a cura di Ruggero Maggi

Università del Melo – Galleria di Arti Visive

Via Magenta, 3 Gallarate - VA

Inaugurazione: venerdì 1 dicembre, ore 18.30

Orari: da lunedì a domenica 16.00|19.00

Ingresso libero