COSTITUZIONE - SEDE - DURATA -SCOPI

1) Costituzione e sede

È costituita l'Associazione denominata Gart - Garden Art con sede in Roma; essa è retta dal presente Statuto e dalle norme di legge in materia.

2) Carattere dell'Associazione

L'Associazione ha carattere volontario e non ha scopo di lucro;i soci sono tenuti ad un comportamento corretto sia nelle relazioni con gli altri soci che con i terzi nonché all'accettazione delle norme del presente Statuto.

L'Associazione potrà partecipare quale socio ad alti circoli e/o associazioni aventi scopi analoghi nonché partecipare ad Enti con scopi sociali e umanitari.

3) Durata dell'Associazione

La durata dell'Associazione è a tempo indeterminato.

4) Scopi dell'Associazione

L'Associazione ha ii seguente scopo: sensibilizzare sul tema del verde, in particolare sulla cura del giardino come approccio di vita nelle relazioni interpersonali, sociali e lavorative, nei percorsi personali e formativi. L'Associazione persegue ii proprio scopo anche realizzando contatti con realtà affini, con ii dichiarato scopo ulteriore di conoscerne e apprezzarne spunti, innovazioni, scambi culturali. Tali scopi associativi potranno essere perseguiti, a puro titolo di esempio, nei seguenti modi:organizzare corsi, incontri, dibattiti e momenti di aggregazione; organizzare eventi: proporre libri e pubblicare un periodico on line; gestire rubriche informative e di approfondimento sui temi inerenti: organizzare laboratori di yoga, fiori di Bach, orto didattico ed essenze.

 SOCI E ORGANISOCIALI 

5) Requisiti dei soci

Possono essere Soci dell'Associazione persone fisiche interessate, italiane e straniere, residenti in Italia o all'estero, di sentimenti e comportamenti etici,in numero illimitato.

Potranno inoltre essere soci Enti pubblici e privati aventi finalità e scopi affini.

Nell'Associazione si distinguono iSoci Onorari, Soci Fondatori  Soci Benemeriti e Soci Effettivi. 

Tutti i Soci possono acquisire la qualifica di Socio Benemerito. II Consiglio direttivo può in ogni momento attribuire ad altri Soci la prerogativa attribuita ai Soci Fondatori.

-     Soci Onorari: la  qualifica  di  Socio  Onorario  può essere  conferita  a quelle persone  eminenti cui l'Associazione crede conveniente tributare tale omaggio.

Possono essere Soci Onorari:

-   alte personalità, insigni per pubblico riconoscimento;

-   persone che abbiano reso segnalati servigi all'Associazione.

I Soci Onorari sono esenti dal pagamento di qualsiasi contribute:  non hanno voto deliberativo nelle Assemblee e non possono essere eletti a cariche sociali.

-   Soci Fondatori: la qualifica di Socio Fondatore risulta dall'elenco generale dei Soci:

-   Soci Benemeriti:la qualifica di Socio Benemerito può essere acquisita mediante ii conferimento di una somma uguale almeno al triplo della quota stabilita dal Consiglio Direttivo per l'anno in corso, in occasione di richiesta di contributi straordinari eventualmente deliberati dall'Assemblea. La qualifica di Socio Benemerito risulta dall'elenco generale dei Soci.

-   Soci Effettivi: per essere ammesso a Socio Effettivo bisogna presentare domanda al Consiglio Direttivo ed essere proposto da un Socio Fondatore o Effettivo già iscritto,segnalato da altri due Soci e versare la quota di iscrizione all'atto della presentazione della domanda.

La quota di iscrizione sarà deliberata di anno in anno dal Consiglio Direttivo.

Sull'ammissione a Socio ii Consiglio Direttivo delibera con la maggioranza di almeno i due terzi dei componenti.

II Consiglio Direttivo ha la facoltà di decidere sui requisiti attitudinali morali e psicofisici dei richiedenti.

Le decisioni del Consiglio Direttivo sono inappellabili e non necessitano di motivazione.

L'appartenenza all'Associazione ha carattere libero e volontario ma impegna gli aderenti al rispetto delle risoluzioni prese dai suoi Organi rappresentativi, secondo le competenze statutarie.

La qualifica di socio può venir meno per i seguenti motivi:

-   per dimissioni da comunicarsi per iscritto almeno 3 (tre) r,mesi prima della scadenza dell'anno:

-   per decadenza e cioè per la perdita di qualcuno dei requisiti in base ai quali è avvenuta l'ammissione;

-   con delibera  di esclusione  del Consiglio Direttivo per accertati  motivi di incompatibilità, per aver contravvenuto alle norme ed obblighi del presente Statuto o per altri motivi che comportino indegnità; a tale scope ii Consiglio Direttivo entro il primo mese di ogni anno sociale provvede alla revisione della lista dei Soci;

-   per ritardato pagamento dei contributi.

6) Organi dell'Associazione:

Organi dell'Associazione sono·

 -   l' Assemblea.

-   II Consiglio Direttivo;

-    Il Presidente.

ASSEMBLEA

7) Partecipazione all'Assemblea

L'Assemblea dei Soci è l'Organo sovrano dell'Associazione ed è costituita da tutti i Soci iscritti in regola con il pagamento della quota associativa.

Hanno diritto di partecipare all'Assemblea sia ordinaria che straordinaria iSoci Onorari,iSoci Fondatori, nonché i Soci Effettivi.

I Soci aventi diritto al voto devono avere compiuto ii diciottesimo anno di età.

L'Assemblea  viene  convocata  in  via  ordinaria  almeno  una  volta  all'anno  entro  ii 30  aprile  per l'approvazione del bilancio precedente, per l'eventuale rinnovo delle cariche sociali e per presentare ii bilancio preventivo dell'anno in corso. L'Assemblea può inoltre essere convocata tanto in sede ordinaria che straordinaria:

 a) per decisione del Consiglio direttivo;

 b) su richiesta, indirizzata al Presidente del Consiglio Direttivo, di almeno un terzo dei Soci fondatori, Benemeriti o Effettivi nel loro insieme.

8) Convocazione dell'Assemblea

Le Assemblee ordinarie e straordinarie sono convocate, con preavviso di almeno 30 giorni, mediante invito a tutti i Soci a cura della Presidenza del Consiglio Direttivo. Nel caso di urgenza ii termine di preavviso può essere ridotto a 3 giorni.

9) Costituzione e deliberazioni dell'Assemblea

L'Assemblea in sede ordinaria e regolarmente costituita in prima convocazione con la presenza di almeno la metà più uno dei soci aventi diritto al voto. L'Assemblea ordinaria di seconda convocazione delibera validamente qualunque sia ii numero dei soci intervenuti.

L'Assemblea riunita in sede straordinaria è validamente costituita sia in prima che in seconda convocazione con la presenza di almeno i 2/3 dei soci aventi diritto al voto. Per la validità delle deliberazioni è necessaria la maggioranza assoluta dei voti dei soci presenti o rappresentanti.

È ammesso l'intervento per delega da conferirsi per iscritto esclusivamente ad altro socio; è vietato ii cumulo delle deleghe in numero superiore a cinque e non sono ammessi voti per corrispondenza

L'Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo o in mancanza da persona nominata dall'Assemblea.

Le deliberazioni prese a maggioranza sono vincolanti anche per la minoranza, salvo ii diritto di recesso dei singoli Soci.

10) Compiti dell'Assemblea

All'Assemblea spettano i seguenti compiti: 

a) in sede ordinaria:

- discutere e deliberare sui bilanci consuntivi e sulle relazioni del consiglio direttivo;

- fissare, su proposta del Consiglio Direttivo, le quote di ammissione  e  i contributi  associativi nonché la penale per i ritardati pagamenti;

- deliberare sulle direttive di ordine generale dell' Associazione sull'attività da essa svolte da svolgere nei vari settori di sua competenza:

- deliberare su ogni altro argomento di carattere ordinario sottoposto alla sua approvazione dal Consiglio Direttivo e dal Comitato dei Garanti.

b) in sede straordinaria:

- deliberare sullo scioglimento dell'Associazione;

- deliberare sulle proposte di modifica dello Statuto;

- deliberare sul trasferimento della sede all'Associazione;

- deliberare su ogni altro argomento di carattere straordinario sottoposto alla sua approvazione dal Consiglio Direttivo e dal Comitato di Garanzia.

 CONSIGLIO DIRETIIVO

11)  Compiti del Consiglio Direttivo:

Il Consiglio Direttivo ha l'amministrazione ordinaria e straordinaria dell'Associazione.

Il Consiglio Direttivo è composto da tre a cinque membri scelti sempre tra i Soci e nominato per la prima volta nell'Atto costitutivo.

L'Assemblea determina la durata in carica del Consiglio Direttivo che non potrà essere comunque inferiore ad anni tre. I membri del Consiglio sono rieleggibili.

II Consiglio Direttivo elegge tra i suoi membri un Presidente che rappresenta legalmente l'Associazione di fronte ai terzi e in giudizio nonché davanti a tutte le autorità amministrative e giudiziarie ed ha l'uso della firma sociale.

II Presidente del Consiglio Direttivo può conferire sia ai soci che a terzi procure speciali o ad negotia per determinati atti o categorie di atti. II Presidente sovrintende in particolare all'attuazione delle delibere dell'Assemblea e del Consiglio Direttivo.

II Presidente dura in carica tre anni ed è rieleggibile.

In caso di dimissioni o di impedimento grave, tale giudicato dal Consiglio Direttivo, ii Consiglio stesso provvede ad eleggere un Presidente sino alla successiva Assemblea ordinaria.

II Consiglio Direttivo si riunisce, sempre in unica convocazione, possibilmente una volta al bimestre e comunque ogni volta il Presidente lo ritenga necessario o quando lo richieda un componente del Consiglio stesso.

Le sedute e le delibere del Consiglio Direttivo vanno verbalizzate e firmate dai partecipanti.

Soltanto ii Consiglio Direttivo, con specifica delibera, ha facoltà di rendere note quelle delibere per le quali sia opportuno e conveniente dare pubblicità.

FINANZE E PATRIMONIO

12)  Entrate dell'Associazione

 Le entrate dell'Associazione sono costituite:

a) dalla quota di iscrizione da versarsi al momento della presentazione della domanda di iscrizione in qualità di Socio dell'Associazione;

b) dai contributi.ordinari annui da stabilirsi annualmente dall'Assemblea ordinaria su proposta del Consiglio Direttivo;

c) dalle quote dei Soci Benemeriti;

d) da eventuali  contributi straordinari  o suppletivi, deliberati dall'Assemblea in relazione a particolari iniziative che richiedano disponibilità eccedenti quelle del bilancio ordinario;

e) versamenti volontari dei Soci;

D da convenzioni, donazioni, liberalità e lasciti di terzi o associati, contribuzioni volontarie ed elargizioni in genere;

g) da contributi di pubbliche amministrazioni,enti locali,istituti di credito e da enti in genere;

h) rendite del proprio patrimonio.

I contributi ordinari devono essere pagati nei termini deliberati dall'assemblea ordinaria.

13) Durata del periodo di contribuzione

I contributi ordinari sono dovuti per tutto l'anno sociale in corso qualunque sia il momento dell'avvenuta iscrizione da parte dei nuovi soci. Il socio dimissionario o che comunque cessa di far parte dell'Associazione è tenuto al pagamento del contributo sociale per tutto l'anno sociale in corso.

14) Diritti del Socio al Patrimonio Sociale

II Socio che cessi per qualsiasi motivo di far parte de Associazione perde ogni diritto al patrimonio sociale.

Norme finali e generali

15) Esercizi sociali

L'esercizio sociale inizia ii giorno 1 gennaio e termina ii 31 dicembre di ogni anno. II primo esercizio si chiude ii 31 dicembre 2017. È vietata anche in modo indiretto e sotto qualsiasi forma, la distribuzione tra i soci di utile o avanzi di gestione, nonché di fondi, riserve o capitale durante la vita dell'Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte da la legge.

16) Modifiche statutarie

II presente statuto potrà essere modificato o integrato in qualsiasi momento purché le varianti, le aggiunte o le modifiche siano sottoposte e approvate dall'Assemblea dei soci appositamente convocata con le maggioranze stabilite dall'art. 10 del presente statuto.

17) Scioglimento e liquidazione

In caso di scioglimento dell'Associazione l'Assemblea designerà uno o più liquidatori determinandone i poteri.

II patrimonio sociale alla data dello scioglimento sarà devoluto ad altre organizzazioni non lucrative con finalità analoghe o ai fini di pubbliche utilità sentito l'organismo di controllo di cui all'art. 3 comma  190 della L. 23/1271996 n. 662, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

18) Rinvio

Per tutto quanto non previsto dal presente Statuto si fa rinvio alle norme dell'ordinamento giuridico italiano.